4 Amiche e un Paio di Jeans

4-Amiche-e-un-Paio-di-Jeans

4 Amiche e un Paio di Jeans è un Film divertente per passare un pomeriggio allegro con la Famiglia. Quattro grandi amiche escogitano un piano per rimanere in contatto l’una con l’altra mentre le loro vite vanno in direzioni diverse: si passano un paio di jeans di seconda mano che si adattano perfettamente al corpo di ognuna di loro.

Indice

4 Amiche e un Paio di Jeans Streaming

4 Amiche e un paio di jeans: Trama

A partire dal titolo stesso, 4 amiche e un paio di jeans è una gioia da guardare perché il suo regista Ken Kwapis ha realizzato un film che evita di fare scelte commerciabili, evita risposte facili ed evita drammatici istrionici a favore di un semplice film sulla vita di quattro ragazze adolescenti la cui le vite sono state intrecciate sin dalla nascita. Kwapis, il cui merito alla regia include scene stravaganti e commoventi come “Malcolm in the Middle”, “Freaks and Geeks” e “Eerie, Indiana”, sceglie invece di fidarsi delle sue attrici per vendere gli alti e bassi del loro personaggio al valore nominale. Invece di essere alimentati forzatamente da drammi e commedie (NOTA: guarda qualsiasi film di Lohan), ci è invece permesso di prenderci cura di questi personaggi e trascorrere il corso del film imparando le piccole cose che li fanno funzionare. Purtroppo è un film più tranquillo…

Come la maggior parte delle ragazze adolescenti potrebbe dirti, 4 amiche e un paio di jeans è basato su un romanzo che cattura anche gli anni dell’adolescenza in modo abbastanza autentico. Non avendo letto il romanzo, sono rimasto invece ad abbracciare la fedeltà del film agli ideali esposti nel libro di Ann Brashares. Nell’adattare il libro per il film, Delia Ephron ha combinato un bel mix di onestà, angoscia adolescenziale e buona psicologia dello sviluppo vecchio stile.

4 amiche e un paio di jeans funziona in gran parte grazie alle interpretazioni del suo cast esemplare che è perfettamente assemblato dalle parti principali fino alle comparse.

La storia è incentrata su quattro ragazze che sono cresciute insieme e, nonostante le numerose differenze, sono davvero una “sorellanza”. Quando hanno compiuto 16 anni, si stanno preparando a trascorrere la loro prima estate separati. Durante la loro ultima serata insieme, si avventurano in un negozio di abbigliamento vintage dove trovano i pantaloni “perfetti”… sono perfetti perché si adattano perfettamente a ciascuno di essi (cosa non da poco visto che hanno forme, taglie diverse). Questo da solo avrebbe potuto essere giocato per ridere, ma Kwapis lo tratta con grande riverenza e onora l’importanza di questa notte e di questi pantaloni per le ragazze. Quello che avrebbe potuto essere giocato per ridere, invece, mi ha fatto venire le prime lacrime agli occhi mentre guardiamo queste ragazze creare un rituale sacro in cui ognuna di loro possiede i pantaloni per una settimana ciascuna durante l’estate.

4 Amiche e un Paio di Jeans: Cast

In primo luogo, c’è Amber Tamblyn (dalla TV “Joan of Arcadia”) nei panni di Tibby. Tibby è lo spirito indipendente del quartetto di ragazze. È una regista amatoriale che sta girando un film sui perdenti che sembra stranamente introspettivo. Scrive di oscurità, eppure sembra incredibilmente spaventata dalla luce. È quella del quartetto che viene lasciata in città durante l’estate. Tibby trova un lavoro estivo da “Wallman’s” (una palese e MOLTO DIVERTENTE fregatura di Wal-mart). È lì che incontra Bailey, una ragazza di 12 anni, interpretata magnificamente da Jenna Boyd. Le scene tra queste due attrici mentre si sviluppa la loro amicizia/sorellanza sono di grande bellezza e notevole innocenza. Tamblyn è una rivelazione qui mentre si apre lentamente e lascia entrare Bailey…

Successivamente, abbiamo Alexis Bledel nei panni di Lena (Bledel è appena uscita dalla sua interpretazione di “Becky” in “Sin City” e ha già un bel curriculum). Bledel cattura meravigliosamente una giovane adolescente che è cieca alla propria bellezza e tuttavia inizia a scoprirla durante il periodo in cui visitava i nonni in Grecia. Anche Lena è guardinga e sembra non essere in contatto con il perché poiché non ha mai avuto esperienze drammatiche. Le sue scene con i nonni greci e il suo “amore” inaspettato sono scene di semplice tenerezza.

America Ferrera interpreta la portoricana Carmen, una giovane adolescente che va a trovare suo padre in South Carolina per l’estate, ma viene colpita dalla sorpresa che papà è entrato in uno “sviluppo” e ha una fidanzata con due figli. Ferrera, offre una ricca interpretazione di una giovane adolescente che lotta per capire perché papà se ne è andato e perché non è abbastanza brava per una relazione. A volte è una performance davvero straziante, eppure Ferrera ci offre un equilibrio di forza e sensibilità che ricorda la sua performance in “Real Women Have Curves”. (NOTA A PARTE: Ferrera appare in due film che usciranno questo fine settimana. Appare anche in “Lords of Dogtown”, il film sugli skater appena uscito).

Infine, la nuova arrivata Blake Lively interpreta la “bella” del gruppo, Bridget. È bella, energica e una giocatrice di calcio di talento che va in Messico per l’estate, che inizia a guardare un allenatore maschio e diventa determinata a prenderlo. Bridget, per me, è stata la più difficile da legare con il personaggio… le prime indicazioni sono che è una “stuzzica” che usa il suo aspetto e il suo corpo per eclissare di gran lunga chiunque altro… ha 17 anni eppure non sembra né recita. nella maggior parte dei modi. Tuttavia, mentre il film va avanti, Lively fa emergere gli altri lati di Bridget. Bridget è, per molti versi, la più tragica delle ragazze poiché sua madre è morta tragicamente (il film fa forte riferimento al suicidio, ma in realtà non lo dice mai) e suo padre è emotivamente non disponibile. Cominciamo a vedere che Bridget sta davvero gridando di essere amata e la “sorellanza” è vitale per la sua esistenza. Lively dà un’occhiata mentre sta tornando a casa sull’autobus che è semplicemente doloroso da vedere.

L’intero cast di supporto è meraviglioso, incluso Bradford Dillman nei panni del padre di Carmen, Nancy Travis nei panni della sua fidanzata, Leonardo Nam nei panni di Brian McBrian, praticamente tutte le famiglie e i colleghi di Tibby.

4 amiche e un paio di jeans sembra spesso un dipinto grazie a una cinematografia stellare e il film è accompagnato da una colonna sonora commovente.

4 amiche e un paio di jeans è un film ideale per il legame madre/figlia o padre/figlia. È un film che, credo, susciterà sentimenti di familiarità nelle giovani donne e intratterrà sinceramente coloro che sono aperti a una storia semplice e meravigliosamente scritta. “Sisterhood” è il mio genere preferito di film… è un gioiello tranquillo che merita di essere visto.