Brunello Cucinelli: 350 Assunzioni in Abruzzo entro il 2024

Brunello Cucinelli, l’azienda di moda di lusso italiana, sta pianificando di creare un secondo grande polo produttivo in Italia, in Abruzzo. Questa decisione è stata accolta con entusiasmo e rappresenta una grande opportunità per la creazione di posti di lavoro nella regione. La casa di moda sta valutando l’acquisto di alcuni capannoni dismessi e di due ettari di terreno nella zona artigianale di Ponte Sant’Antonio, situata nella città di Penne, in provincia di Pescara.

Indice

L’investimento di Brunello Cucinelli in Abruzzo

Il progetto industriale prevede l’utilizzo di manodopera qualificata della zona, consolidando così la tradizione artigianale locale. L’arrivo di Brunello Cucinelli in Abruzzo rappresenta quindi un importante contributo al mantenimento della tradizione e della qualità del made in Italy nel mondo della moda.

La scelta di investire in una zona con una forte identità culturale e artigianale rappresenta un importante riconoscimento della cultura italiana e delle sue radici, che sono sempre state al centro della filosofia aziendale di Brunello Cucinelli. Inoltre, la casa di moda potrà usufruire di un regime fiscale particolarmente vantaggioso, che potrebbe attirare altri importanti marchi della moda nella zona, favorendo la creazione di un nuovo polo dell’abbigliamento.

La decisione dell’azienda di investire nella regione è particolarmente importante in un momento di incertezza economica come quello attuale, dimostrando che l’industria del made in Italy può ancora rappresentare un volano di crescita per il paese.

Quante Assunzioni sono previste

Il progetto, che dovrebbe essere completato entro il 2024, apporterà significativi benefici al territorio, creando tra i 350 e i 400 nuovi posti di lavoro, in particolare per i fasonisti.

I fasonisti sono i lavoratori specializzati nella lavorazione dei tessuti e nella cucitura di indumenti e accessori di moda. Questa figura professionale svolge un ruolo importante all’interno dell’industria tessile e della moda, in quanto è responsabile della produzione di capi di abbigliamento di alta qualità e dell’ottimizzazione dei processi produttivi. Possono lavorare in aziende di moda di lusso, ma anche in aziende di produzione tessile e manifatturiera, svolgendo un lavoro che richiede competenze artigianali e manuali di alto livello. La figura del fasonista è particolarmente importante per il made in Italy, in quanto rappresenta una delle eccellenze artigianali italiane nel campo della moda.

La decisione di investire nella regione è stata presa dopo l’acquisizione del 43% del Lanificio Cariaggi nelle Marche nel 2022, dimostrando la volontà dell’azienda di continuare a investire nel made in Italy.

L’investimento potrebbe anche rappresentare un’occasione per la formazione di nuove figure professionali nell’ambito della moda, creando così opportunità di carriera per giovani talenti locali.

L’azienda di moda italiana ha sempre avuto un forte legame con il territorio e la sua comunità. La filosofia aziendale di Brunello Cucinelli prevede l’attenzione al benessere delle persone, alla qualità e alla sostenibilità ambientale, valori che si riflettono anche nella scelta di investire in Abruzzo. L’investimento rappresenta quindi un esempio virtuoso di come le aziende possano avere un impatto positivo sul territorio e sulle persone che vi vivono.

Brunello Cucinelli e BNP

Brunello Cucinelli e Bnp Paribas hanno deciso di offrire il loro supporto alle realtà imprenditoriali del territorio abruzzese. In particolare, l’azienda di moda di lusso e la banca mettono a disposizione la loro esperienza e competenza per la progettazione e la realizzazione di opere infrastrutturali, oltre a fornire un supporto finanziario a condizioni dedicate.

La progettazione e la realizzazione di opere infrastrutturali sono fattori fondamentali per lo sviluppo del territorio e per la creazione di un ambiente favorevole all’insediamento di nuove attività produttive. La collaborazione tra Brunello Cucinelli e Bnl Bnp Paribas rappresenta quindi un’opportunità concreta per le realtà imprenditoriali del territorio, fornendo loro gli strumenti necessari per crescere e svilupparsi nel lungo termine.

Approfondimenti