Come investire in Borsa

Il trading online ha dato la sensazione che investire in borsa sia facile, redditizio e senza rischi. Ma non è così: secondo le principali statistiche dei broker online una percentuale di utenti compresa tra il 75% e il 90% perde soldi con il trading online.E’ una forchetta molto ampia perché tiene conto anche di coloro che vanno in pareggio ma che scendono in perdita con le commissioni. Ma perché così tante persone perdono soldi con gli investimenti in borsa?

Investire in Borsa: è facile?

Gli investimenti in Borsa presuppongono una conoscenza del mercato e dei sistemi finanziari, soprattutto una conoscenza dell’analisi tecnica e fondamentale riferita al mercato dove si vuole operare. Invece cosa fa l’utente medio di tarding online? Si registra su un broker a caso che opera in CFD (neanche in azioni) e incomincia a scommettere affidandosi al proprio istinto, proprio come se si trattasse di poker o di gratta e vinci.

Ma investire in Borsa non è così. Per fare un esempio pratico, immaginate di non conoscere l’inglese e di volerlo imparare fino a diventare madrelingua: occorrerebbero degli anni e forse non riuscireste a raggiungere un livello di quel tipo.

Con la Borsa e il trading è lo stesso: chi vuole investire partendo da zero deve anzitutto studiare, leggendo i libri dei principali autori, partecipando a corsi e webinar.

Occorre dedicare almeno un’ora al giorno allo studio, senza il quale riuscire a guadagnare in borsa è impensabile.

Perché si perdono soldi in borsa

Questo succede per una serie di motivi che hanno alla base la mancanza di una strategia e la presunzione di poter arricchirsi subito.

I novizi del trading acquistano le azioni basandosi solo sul loro intuito, senza una logica e una preparazione adeguata e, ovviamente, perdono i loro soldi rovinando le proprie famiglie. Sono impulsivi e scambiano gli investimenti in borsa con il poker.

I professionisti fanno invece dello studio, della calma e dell’analisi la loro routine quotidiana: non hanno fretta e la prima cosa che fanno è impostare lo stop loss ovvero calcolare quanto sarà la loro perdita massima accettabile, di solito limitata a poche decine di euro.

Day Trading Joe Ross

Libri e Manuali di Trading

Per chi vuole incominciare a fare trading suggerisco i seguenti libri:

  • Day Trading di Joe Ross ( e tutti gli altri suoi libri)
  • Analisi tecnica dei mercati finanziari di Martin J. Pring
  • I segreti del trading di breve termine di Larry Williams
  • Smart Investing di Alessio Moretti

Risorse gratis per imparare a investire in borsa

investire in borsa

Che tipo di Trader sei?

Mano a mano che studierai e approfondirai l’argomento trading, vedrai che ci sono diverse modalità per investire:

  • Scalping (vendi e compra nel giro di minuti o secondi). Molto stressante, presuppone grandi investimenti per il costo elevato di commissioni e per l’esigua percentuali di utili su ogni singola operazione a causa delle minime variazioni di prezzo. Chi fa Scalping opera davanti al computer per 8-10 ore al giorno.
  • Day Trading (vendi e compra nell’arco di qualche ora, sempre dentro la giornata di acquisto). Diverse ore al giorno davanti al computer, comunque solo a mercati aperti.
  • Swing Trading (la posizione viene tenuta aperta da una settimana fino a due o tre mesi). Non richiede la presenza davanti al computer tutti i giorni.
  • Position Trading (aprire una posizione e mantenerla aperta per lungo termine, anche anni). In Italia li chiamiamo ‘cassettisti’.

Su che Mercato vuoi operare?

Per poter cominciare ad investire in Borsa devi concentrarti su un mercato e diventare uno specialista in questo settore. Lavorare su un unico mercato ti aiuta a focalizzare le idee e concentrare lo studio.

Alcuni dei mercati a disposizione sono:

Per quanto riguarda le criptovalute, sconsigliamo qualsiasi tipo di investimento in questo settore.

Quanto vuoi investire?

Ricorda che per ogni operazione in borsa non dovrai investire più dell’1%-2% del tuo capitale, questo ti mette al riparo da perdite che possono diventare drammatiche, come la storia recente ci insegna.



Quale Broker usare?

Ci sono decine di Broker online, molti hanno anche delle App, ma la maggior parte di loro non fa per te perché operano con degli strumenti pericolosi come i CFD, le opzioni binarie e le leve con le quali potresti bruciare tutto il capitale in poche ore, forse anche minuti.

Scegli piuttosto dei broker come Fineco o Directa che sono considerati i migliori in Italia e che offrono continuamente dei webinar gratis e dei corsi in aula per chi vuole incominciare ad investire in Borsa.

Conto Demo

Prima di pensare di investire in borsa, devi provare con un conto Demo. Con lo studio giornaliero identificherai dei prodotti e proverai ad acquistarli in demo, senza il rischio di perdere soldi.

Se dopo un anno di studio quotidiano sarai riuscito ad avere nel conto demo dei guadagni superiori al 10% puoi pensare di incominciare a fare trading, ricordando di non investire per ogni singola operazione più del 1-2% del tuo capitale.

Per ogni operazione dovrai impostare sempre lo stop loss che ti consentirà di limitare le perdite alla cifra che hai prestabilito. Questo perché le perdite ci saranno sempre e i primi anni gli utili saranno veramente esigui.