Ecommerce: liberalizzati i prezzi Ue

come aprire un ecommerce

Il via libera alla liberalizzazione dell’ecommerce è arrivato da Strasburgo, dove il Parlamento Europeo ha approvato le nuove norme che mettono fine al cosiddetto geoblocking, ovvero il blocco geografico per gli acquisti online.

Ecommerce: si apre il mercato Europeo

In pratica la nuova norma varata impedisce ai commercianti online di imporre prezzi e modalità diverse su uno stesso prodotto nei diversi paesi della comunità europea. Un italiano può acquistare su un ecommerce tedesco o francese un frigorifero o un’auto alle stesse condizioni di un cittadino di quel determinato paese.

L’unica differenza sarà l’iva che è diversa da paese a paese e il costo della spedizione che varierà ovviamente a seconda di dove dovrà essere spedito il prodotto acquistato online.

Investire nell’Ecommerce in Europa

La logistica sarà fondamentale perchè la nuova norma impone agli ecommerce di consegnare in tutti i paesi europei. L’unico tipo di prodotto esonerato da questa norma appena introdotta è quello legato al diritto d’autore: musica, film, video, ebook, videogiochi, etc. Non si potrà ad esempio portarsi Sky Q, Spotify o Netflix all’estero con il proprio abbonamento italiano.

Ma vediamo ora come un imprenditore che volesse investire nell’ecommerce ed aprire un negozio online che tipo di infrastruttura e piattaforma potrebbe usare.

shopify

Come aprire un Ecommerce

Esistono diverse piattaforme per creare un ecommerce: Woocommerce con WordPress, Prestashop, Magento ed altre ancora. Ciascuna di queste ha più o meno alcuni problemi o meglio gap dal punto di vista dell’organizzazione e della sicurezza.

Per la mia esperienza la piattaforma di ecommerce che mi sento di consigliare è Shopify.com, in italiano e con un’infrastruttura molto solida a prova di hacker, shopify è molto usata negli Stati Uniti. Si parte da un abbonamento base con i servizi essenziali e mano a mano che cresce il negozio possono crescere i servizi da acquistare con Shopify.

Shopify consente di personalizzare la grafica partendo da un template gratis o a pagamento (gli shopify themes) e ovviamente sono disponibili tutte le modalità di pagamento, fatturazione, gestione dell’archivio e del magazzino, lo spazio web su server sicuro, il dominio SSL le impostazioni per il Seo.

I prezzi di shopify partono da circa 29 $ al mese per il pacchetto Basic che include i servizi essenziali de un ecommerce.

Quello che può far storcere il naso di Shopify è che chieda una commissione su ogni transazione dell’ecommerce, una vera e propria percentuale sulle vendite che ammonta al 2% per il pacchetto base e allo 0,5% quel quello Advanced. Più il negozio online cresce, meno costa la percentuale fino ad azzerarsi completamente.

spedire

Come gestire le Spedizioni

Spedire.com è un’ottima soluzione per gestire le spedizioni in Italia e nel resto del mondo: è associata ai corrieri espressi più conosciuti come Ups, Sda e Nexive e attraverso il sito si gestisce in maniera autonoma il ritiro e la consegna della spedizione, ora anche l’importazione dall’estero.

Una volta registrati su spedire.com si possono ottenere sconti, carnet e gestire delle multispedizioni giornaliere, quindi molto comode per chi come un imprenditore che fa ecommerce deve spedire ogni giorno in varie città.

La spedizione è tracciata e la fatturazione è automatica, si può pagare anche con Paypal.