Ernst & Young lavora con noi

Ernst & Young lavora con noi

Ernst & Young è notoriamente conosciuta anche con l’acronimo EY ed è una delle cosiddette Big Four, è cioè una delle quattro società di revisione che si dividono il mercato mondiale della consulenza alle imprese.

Come le altre 3 (Deloitte Touche Tohmatsu, KPMG, PricewaterhouseCoopers), anche EY è un network su scala mondiale che offre servizi di vario genere alle imprese e alle pubbliche amministrazioni. Tali servizi sono principalmente servizi di consulenza contabile, direzionale, strategica, fiscale e transaction. Attualmente Ey ha oltre 250 mila dipendenti sparsi in tutto il mondo con 700 uffici in oltre 150 paesi.

Lavorare in Ernst & Young: un pò di storia dell’azienda

EY è una società che nasce in Scozia per volontà del suo fondatore Arthur Young che, dopo aver conseguito una laurea in legge, comincia a interessarsi del mondo bancario e di investimenti. Trasferitosi negli Stati uniti alla fine del 1800 Athur Young si dedica completamente alla carriera contabile aprendo uno studio di contabilità insieme al fratello. Alwin C. Ernst è invece americano, nato a Cleveland, abbandona subito la scuola per dedicare tutto il suo tempo subito alla contabilità e anche lui insieme al fratello apre uno studio di contabilità: o studio Ernst & Ernst. I due fratelli di Cleveland rivoluzionarono il ruolo della contabilità per come era concepita agli inizi del secolo scorso. La loro grandissima intuizione fu quella di saper raccogliere e analizzare l’informazione contabile per utilizzarla per prendere decisioni che potessero influenza in maniera migliore il business dell’impresa e dei loro clienti.

Tutti e due gli studi di contabilità, sia quello di Young che quello di Ernst si lanciarono subito nel mercato mondiale aprendo le loro porte al mondo già nel 1924 firmando delle associazioni con importanti studi di contabilità del panorama britannico. Una curiosità che non tutti sanno è che Ernst & Young non si sono mai conosciuti, sono morti a distanza di pochissimi giorni l’uno dall’altro nel 1948 senza mai aver avuto il piacere di confrontarsi. Gli studi si sono uniti in un unico studio di consulenza solamente nel 1989.

Ernst & Young e la Consulenza di alto livello

Attualmente la società di consulenza Ernst & Young è la quarta società al mondo che studenti universitari preferiscono per intraprendere la loro carriera, infatti EY viene inserita nelle 25 multinazionali migliori dove lavorare, oltre ad essere anche tra le prime quattro posizioni al mondo per quanto riguarda la Cybersecurity ossia la sicurezza informatica.

Il fatturato di Ernst & Young si aggira intorno ai 30 miliardi l’anno ed ha un’attenzione molto alta verso i suoi dipendenti. I livelli di salario infatti sono abbastanza alti anche per un semplice stagista ma soprattutto ha un livello di placement davvero molto elevato. Infatti il 90% degli studenti o dei neo laureati che comincia uno stage in EY viene assunto alla fine o prima del termine dello stage. Un livello davvero molto alto.

Ernst & Young lavora con noi

Come si entra in Ernst & Young?

Ovviamente il curriculum e come viene presentato il curriculum vitae è sempre molto importante, quindi più sarà scritto e impaginato bene maggiori saranno le possibilità di essere selezionati.

Ultimamente però quasi tutte le società di consulenza stanno cambiando il loro modo di fare recruitment perché credono che il curriculum non racconti tutta la verità di una persona ma sia comunque un biglietto da visita. Quello che tendono ad analizzare maggiormente sono le capacità e le competenze di una persona. Il focus è stato puntato per questo motivo sulle storia del candidato e sui suoi interessi valutando anche la capacità di storytelling del candidato: “dal curriculum alla storia” potrebbe essere lo slogan di questo nuovo modo di affrontare il colloquio di lavoro in EY.

EY organizza spesso giornate dedicate alla ricerca di giovani talenti da inserire nell’organico (una delle ultime iniziative è Meet the Future una giornata dedicata a stimolare l’incontro tra i giovani e il mondo del lavoro). In queste giornate giovani studenti o neolaureati partecipano a veri e propri colloqui i cosiddetti assessment colloqui che durano tutto il giorno e hanno componenti sia individuali che di gruppo. durante queste giornate i candidati sono seguiti scrupolosamente da recruiter che valutano sia le dinamiche individuali sia le dinamiche di gruppo analizzando anche i relativi Cv dei partecipanti all’assessment.

Le caratteristiche che vengono prese in maggiore considerazione sono la capacità di formulare risposte incisive, la propensione alle relazioni personali e comunicative, la capacità di problem solving, capacità di ragionamento e capacità di spirito critico e la capacità e relazionarsi con gli altri membri del team. Quali sono i profili più ricercati? Non c’è un vero e proprio profilo che viene ricercato da Ernst & Young. Ovviamente il requisito minimo deve essere la laurea, meglio se è un titolo in materie scientifiche come economia, matematica, ingegneria gestionale, giurisprudenza ma l’importante è essere sempre brillanti. L’ottica che si sta seguendo è quella della digital trasformation quindi il candidato ideale per questo tipo di lavoro è sicuramente un giovane che non ha paura di affrontare nuove sfide offerte dal mercato e trasformarle in opportunità.

La selezione dei candidati in EY

Il primo passo da fare è scrivere il cv e inviarlo. Non importa il formato (può essere anche scritto nel formato Europeo) l’importante è che sia chiaro e ben strutturato, solitamente queste aziende non si focalizzano sul curriculum. Una volta inviato il curriculum e avuto il primo contatto si comincia con il primo passaggio che consiste in una serie di test online che prevedono domande di logica numerica, di inglese e attitudinali. Superato questo primo scoglio il candidato viene contattato per partecipare a una giornata di assessment. questo tipo di giornate vengono strutturate in un modo particolare e prevedono una presentazione dell’azienda, un test per valutare la dinamica di gruppo di ogni singolo candidato, una serie di colloqui con le risorse umane che durano solitamente tra i trenta e i quaranta minuti e infine un colloquio individuale con il line manager.

I colloqui vengono svolti sempre in italiano ma al candidato viene richiesta comunque una conoscenza della lingua inglese che viene testata attraverso il processo di selezione. Trattandosi infatti di una multinazionale la lingua inglese rappresenta uno strumento lavorativo molto utilizzato.

Posizioni Aperte in Ernst & Young

L’Azienda ha quasi sempre posizioni aperte su cui applicare e inviare il proprio curriculum. Queste posizioni sono sempre visibili sul sito dell’azienda nella sezione careers ma anche le autocandidature sono molto apprezzate.

Altro modo per conoscere le posizioni aperte e leggere di esperienze di gente che lavoro o ha lavorato in EY sono i social network. Ey è infatti molto attiva lato social Facebook, Instagram, Linkedin attraverso profili ufficiali e pagine dedicate come la pagina Facebook EY Careers che ha oltre 16 mila like. Errori da non commettere in fase di colloquio. In questo caso non esistono dei veri e propri errori da non commettere ma è più giusto parlare di atteggiamenti. Il messaggio fondamentale che bisogna far passare in questo tipo di colloqui sono entusiasmo e motivazione e molto importante la coerenza. È importantissimo durante il colloquio non contraddirsi.