FTSE Mib Oggi in tempo reale

FTSE Mib Quotazione Oggi

 

Il FTSE MIB, acronimo di Financial Times Stock Exchange di Milano che rappresenta l’Indice più importante della Borsa di Milano e dunque della Borsa italiana.

Questo paniere di beni contiene al suo interno le maggiori 40 società quotate alla borsa di Milano (anche con sede legale all’estero) cioè quelle che presentano la maggiore capitalizzazione, oltre che il più alto flottante e in termini di liquidità. Questo indice azionario viene revisionato trimestralmente, il lunedì dopo il terzo venerdì nei mesi di marzo, di giugno, di settembre e dicembre.




Le 30 azioni principali che compongono il Ftse Mib

Le azioni che compongono la quotazione del Ftse Mib rappresentano le più importanti società italiane che operano anche a livello internazionale. Tra le principali azioni che compongono questo paniere ci sono:

Il paniere del FTSE Mib può essere sottoposto trimestralmente a delle variazioni, nel caso in cui le società quotate non rispettino più i requisiti necessari per mantenere il loro posto all’interno dell’indice. L’ultima variazione significativa è avvenuta a Dicembre del 2018.

Come viene calcolata la quotazione dell’Ftse Mib

Il FTSE MIB è l’indice principale di benchmark nel campo dei mercati azionari italiani. Questo indice rappresenta al momento l’80% della capitalizzazione del mercato italiano, ed è composto da varie società di primaria importanza dal punto di vista dei mercati mondiali.

Al fine di misurare l’indice azionario, ogni titolo dev’essere analizzato per dimensione e per liquidita, dopo di che si procede alla ponderazione della capitalizzazione di mercato una volta che sono stati corretti i componenti in base a uno specifico flottante.

Cambiamenti della composizione del Ftse Mib nel tempo

Il FTSE Mib nasce il 31 dicembre del 1992 e prende inizialmente il nome di COMIT 30 e presenta un valore base pari a 100 punti. Nell’ottobre del 1994, la Borsa Italiana però ha rilevato i diritti del COMIT 30 e lo ha ridenominato Mib 30. Infine, il 29 maggio del 2009 questo è stato sostituito dall’odierno indice FTSE MIB dopo la fusione della Borsa Italiana con il LSE (London Stock Exchange Group).

Il FTSE MIB dunque è operativo a partire dal 1 giugno del 2009 e rappresenta l’80% della capitalizzazione del mercato delle azioni italiane.

Tra gli eventi da ricordare negli anni più recenti a rappresentazione del FTSE MIB troviamo il 20 marzo del 2017 l’uscita dall’indice di MPS dopo che si è protratta la sospensione che era stabilita dalla CONSOB a partire dal 22 dicembre del 2016, nel momento in cui la sua capitalizzazione era scesa al di sotto dei 442 milioni di euro, e dopo il fallimento per l’aumento del suo capitale.

A gennaio del 2018 Eni è ritornata dopo un anno la società della Borsa Italiana più capitalizzata raggiungendo un valore di mercato pari a 53,495 miliardi di euro. Il 15 maggio il gruppo Yoox Net-A-Porter Group alla fine dell’OPA a causa del suo flottante inferiore al 10% è uscita dall’indice lasciando il posto a Banca Mediolanum. La revisione trimestrale del 18 giugno invece non ha comportato alcuna modifica. Il 7 agosto invece è avvenuta la conversione delle azioni di risparmio della banca Intesa Sanpaolo. Durante la revisione del 24 settembre non c’è stata nessuna modifica al paniere, a differenza di ciò che è avvenuto a dicembre del 2018.

A gennaio del 2018 Eni è ritornata dopo un anno la società della Borsa Italiana più capitalizzata raggiungendo un valore di mercato pari a 53,495 miliardi di euro. Il 15 maggio il gruppo Yoox Net-A-Porter Group alla fine dell’OPA a causa del suo flottante inferiore al 10% è uscita dall’indice lasciando il posto a Banca Mediolanum. La revisione trimestrale del 18 giugno invece non ha comportato alcuna modifica. Il 7 agosto invece è avvenuta la conversione delle azioni di risparmio della banca Intesa Sanpaolo. Durante la revisione del 24 settembre non c’è stata nessuna modifica al paniere, a differenza di ciò che è avvenuto a dicembre del 2018.

A dicembre infatti, in una nota l’indice ha dichiarato un cambiamento nel suo paniere dei beni. Infatti, dal 27 dicembre Mediolanum e Mediaset hanno ceduto il loro posto rispettivamente alla Juventus e Amplifon. L’ingresso della Juventus all’interno del paniere dei beni del FTSE Mib rappresenta un evento unico in Italia. Infatti, per la prima volta nel nostro paese una società per azioni calcistica entra a far parte dell’indice più importante del mercato italiano.

FTSE Mib Grafico Candele Giapponesi




Analisi Tecnica Ftse Mib

Il FTSE Mib è un indice molto importante e seguito a livello internazionale. Questo nel tempo ha aumentato la sua quotazione e capitalizzazione.

Il record storico dell’indice è stato raggiunto nella seduta tenutasi il 7 marzo del 2000 quando questo ha raggiunto per la prima volta i 51.273 punti. La seduta migliore della Borsa di Milano invece è stata rilevata il 13 ottobre del 2008 quando l’indice è salito in una giornata dell’11,49%. La seduta peggiore invece è stata vista al seguito della Brexit, il 24 giugno del 2016 quando il titolo è crollato del 12,48%.