Lavorare negli Stati Uniti per Aziende italiane

Lavorare negli Stati Uniti per Aziende italiane

Sono sempre più coloro che desiderano trasferirsi all’estero e tra le mete più ambite troviamo proprio gli USA. Infatti, lavorare negli Stati Uniti è un sogno di tantissimi giovani ma anche di persone più avanti con l’età che però desiderano dare una vera e propria svolta alla loro vita. Andare a lavorare negli States non è così semplice come può sembrare, soprattutto se si vuole essere assunti da imprese americane, per questo motivo ci sono sempre più persone vogliono lavorare negli Stati Uniti per imprese italiane. Ma come riuscire a trovare un lavoro in quest’ambito? Scopriamolo insieme!

Come trovare lavoro negli Stati Uniti in aziende italiane?

Trovare lavoro negli Stati Uniti, come abbiamo accennato, non è semplice, bisogna richiedere i visti e soprattutto è necessario trovare un impiego e un’azienda che ti assuma. Oggi però negli States ci sono diverse aziende italiane che hanno una sede anche in questa nazione, e che hanno bisogno di personale dall’Italia per svolgere definite mansioni. Il consiglio per trovare lavoro negli Stati Uniti nelle aziende italiane è di effettuare una prima ricerca del lavoro direttamente dall’Italia. Ad esempio, ci sono grandi aziende che presentano un sito di recruiting che illustrano le varie sedi nelle quali è possibile lavorare. Infatti, sono davvero molte le aziende che operano a livello internazionale, che presentano sedi negli Stati Uniti e che scelgono di assumere anche personale italiano.

Naturalmente, per riuscire a lavorare in USA in aziende italiane è necessario avere un curriculum che sia in linea con le richieste dell’azienda, e poi bisogna parlare inglese e soprattutto avere una certificazione o la documentazione di un corso che possa dimostrare la conoscenza della lingua scritta e parlata.

La conoscenza dell’inglese è fondamentale anche nel caso in cui si sceglie di lavorare per aziende italiane con sede negli Stati Uniti. Il motivo è semplice, bisognerà comunque interfacciarsi con personale straniero o con americani che operano in sede. Non solo, l’inglese ti sarà molto utile anche per riuscire a trovare una casa in fitto, aprire un conto in banca e per fare tutto il necessario per vivere dignitosamente negli USA e senza barriere linguistiche insormontabili.

Lavorare negli Stati Uniti per aziende italiane: i documenti richiesti

Quando si sceglie di andare a lavorare negli USA anche se per aziende italiane è necessario comunque avere i giusti documenti per riuscire a permanere nel paese in base alle tue necessità. Infatti, potresti avere un lavoro temporaneo, oppure un tirocinante o ancora potresti aver trovato un lavoro a tempo indeterminato, che prevede un trasferimento permanente negli Stati Uniti. In base alle tue necessità dunque dovrai chiedere uno specifico visto, questo sarà necessario per riuscire non solo a lavorare ma anche a fare l’ingresso nel paese.

Infatti, se vai negli Stati Uniti per lavorare per un’azienda italiana, non puoi fare un biglietto aereo con visto turistico perché rischieresti di veder negato l’ingresso nel paese, nel caso si insinui il dubbio al momento del controllo che viene effettuato all’aeroporto. Per questo motivo se vai negli States la soluzione migliore è effettuare tutte le procedure previste per la richiesta del visto USA per i lavoratori temporanei, tirocinanti o per un lavoro permanente.

Quali sono i documenti per un lavoro temporaneo negli Stati Uniti

Se hai preso contatto con un’azienda italiana e ottenuto un posto di lavoro temporaneo negli Stati Uniti, allora avrai bisogno di un visto non immigrante. La richiesta del visto può essere effettuata seguendo le regole che trovi su siti specifici come: www.travel.state.gov.

La richiesta di un visto di lavoro temporaneo è possibile solo dopo che il datore di lavoro ha avviato la documentazione per l’assunzione di una persona straniera negli Stati Uniti. Quindi sarà il datore di lavoro a presentare prima la petizione numero I-129 che dovrà essere approvata dall’USCIS. Una volta approvata, questo ente provvederà al rilascio del Modulo I-797, questa ricevuta presenta un numero di conforma che serve poi per riuscire a effettuare la richiesta di lavoro temporaneo.

I visti per i lavoratori temporanei negli USA:

  • Il visto H2-A per i lavoratori agricoli temporanei. Questo è un visto che permette di assumere persone al di fuori degli Stati Uniti per riuscire a svolgere i lavori agricoli temporanei in assenza di manodopera di origine statunitense.
  • Visto H2-B lavoratori non agricoli temporanei e stagionali: questo è un visto necessario per i lavoratori in settori diversi dall’agricoltura.
  • Visto H3-B: infine, troviamo l’ultimo visto dedicato ai tirocinanti. Questo è necessario per i cittadini straniere che hanno deciso di fare uno stage o tirocinio negli Stati Uniti in varie aeree, escluse quelle mediche e accademiche.

Nota bene:

Prima di fare i biglietti per riuscire a partire a lavorare negli Stati Uniti, il consiglio è di attendere sino a quando non si è ricevuto un visto valido. Il biglietto infatti, non è necessario nel momento in cui si procede alla richiesta del visto.

Quando si richiede di lavorare in modo temporaneo negli USA come non immigrante, secondo le leggi presenti negli Stati Uniti occorre avere dunque uno dei visti di cui abbiamo parlato sopra. Il visto dipende dal lavoro che si deve effettuare, inoltre questo dev’essere richiesto dal datore di lavoro con un modulo che sarà approvato sia dall’USCIS sia dall’Ufficio di Cittadinanza. Dopo aver ottenuto questa certificazione sarà possibile procedere alla richiesta del visto.

I documenti necessari per un lavoro permanente negli Stati Uniti

Nel caso in cui tu abbia trovato un lavoro permanente negli Stati Uniti e quindi vuoi trasferirti “per sempre” negli Stati Uniti, allora devi seguire delle specifiche procedure che servono per la richiesta di un Visto per l’Immigrazione. Il visto per l’Immigrazione dev’essere rilasciato obbligatoriamente dalla Sezione Consolare degli USA, questa richiesta permette poi per ottenere l’ammissione nel paese come LPR ossia Legal Permanent Resident (Residente permanente).

L’ottenimento di questo visto è correlato naturalmente a un contratto di lavoro a tempo indeterminato siglato dal datore di lavoro con un’attività con sede legale anche negli Stati Uniti. Una volta ammessi e ottenuto LPR si potrà avere il diritto di lavorare, vivere e viaggiare all’intero degli USA come cittadino permanente.