Mutui Prima Casa: nel 2017 crescita del 7,6%

mutui prima casa

Per i Mutui Prima Casa gli ultimi dodici mesi sono stati positivi, e caratterizzati da un trend di crescita che ha riguardato sia gli importi medi richiesti sia quelli effettivamente erogati dalle banche. Si sono anche affacciate sul mercato nuove forme di acquisto come il Rent to Buy, che consentono di avere una flessibilità differente rispetto all’acquisto classico.

A fare un bilancio sulle performance degli ultimi 12 mesi ci ha pensato l’Osservatorio realizzato da Facile.it e Mutui.it, che ha preso in esame un campione di oltre 25.000 richieste di mutui e ha valutato la tendenza dei tassi.

Mutui Prima Casa: cresce l’importo erogato

Il segno più contraddistingue le principali voci analizzate, a partire dalle somme concesse dagli istituti di credito; nel 2017, il taglio medio erogato nei mutui prima casa è stato pari a 128.227 euro, in aumento del 7,61% rispetto al 2016. Cresce, seppur in percentuale minore, anche l’importo richiesto dagli aspiranti mutuatari che, nel corso degli ultimi 12 mesi, hanno cercato di ottenere, in media, 130.210 euro (+3,91%).

Stabili, invece, sia l’età media dei richiedenti (40 anni), sia il tempo in cui si intende restituire il prestito, (circa 22 anni).

Altro dato positivo che emerge dall’analisi è quello legato al loan to value richiesto, ovvero la percentuale del valore dell’immobile che si intende finanziare; se nel 2016 i richiedenti cercavano di coprire tramite mutuo, in media, il 57% del valore della casa da acquistare, nel 2017 la percentuale è salita al 61%. Aumenta anche il loan to value erogato (il rapporto tra la somma concessa dalla banca e il valore dell’immobile), passato dal 54% del 2016 al 60% del 2017. Si annulla così la distanza tra quanto gli aspiranti mutuatari chiedono agli istituti di credito e quanto riescono effettivamente ad ottenere.

mutui prima casa

Tasso: gli italiani preferiscono il fisso

Anche per il 2017 il tasso fisso si conferma come il preferito dagli italiani; analizzando il campione di riferimento emerge che il 73,60% di chi ha fatto domanda di mutuo ha scelto questo tipo di indicizzazione (erano il 69,80% nel 2016). Di contro, diminuisce la percentuale di coloro che hanno optato per il tasso variabile, passata dal 25,85% del 2016 al 21,81% del 2017.

Mutui prima casa: importo medio richiesto

Il trend positivo non cambia se si restringe l’analisi del campione ai soli mutui prima casa. Secondo l’Osservatorio, l’importo medio richiesto per acquistare l’abitazione principale è stato pari, nel 2017, a 137.056 euro, in aumento del 2,59% rispetto al 2016, mentre l’erogato medio ha raggiunto i 135.032 euro, (+7,01% rispetto all’anno precedente). Aumenta di ben 5 punti percentuali il loan to value erogato dei mutui prima casa raggiungendo, nel corso del 2017, un valore medio di poco inferiore al 70%.

«Si iniziano a vedere gli effetti di alcuni provvedimenti introdotti a sostegno di chi vuole comprare un’abitazione, come il Fondo di garanzia prima casa» – conclude Cresto «che nell’ultimo anno è stato accettato da un numero sempre crescente di istituti di credito e, in particolare, da quelli fortemente radicati sul territorio».

Totale dei Mutui Erogati

 2017Delta

2017-2016

Importo medio richiesto130.210 €+ 3,91%
Importo medio erogato128.227 €

 

+ 7,61%
Loan to value richiesto61,05%+4,07 punti percentuali
Loan to value erogato60,12%+5,94 punti percentuali
Durata richiesta22

 

Mutui Prima Casa Erogati

 2017Delta

2017-2016

Importo medio richiesto137.056 €                           + 2,59%
Importo medio erogato135.032 €+7,01%
Loan to value richiesto70,33%

 

+ 5,1 punti percentuali
Loan to value erogato69,29%

 

+ 2,4 punti percentuali
Durata richiesta24

 

Richiesta tassi (mutui totali)

Tipologia tasso richiesto20172016
Mutui a tasso fisso73,60%69,80%
Mutui a tasso variabile21,81%25,85%
Mutui a tasso misto3,22%2,88%
Mutui a tasso variabile con cap1,37%1,47%

 

Rinegoziazione e Surroga

Se invece abbiamo già un mutuo in corso e vogliamo rinegoziarlo oppure abbassare i tassi allora possiamo passare ad una Surroga. Anche in questo caso i valori medi di erogazione  sono pressochè identici.

mutui prima casa

Mutui prima casa online

Tra i vari siti online che consentono si fare una simulazione e poi richiedere un mutuo per la prima casa, Mutui.it è quello che ultimamente sta avendo le offerte più convenienti, vediamo come funziona. Colleghiamoci alla home www.mutui.it. Apparirà una schermata come quella qui sopra.

Inseriamo i nostri dati, l’importo di mutuo che desideriamo ottenere, il tasso, la città e a che punto è la nostra ricerca di casa. Clicchiamo su calcola la tua rata in basso a destra nel pulsante verde.

mutui prima casa

A questo punto veniamo indirizzati nella pagina di riepilogo che contiene tutte le offerte delle banche per la tipologia di mutuo che abbiamo richiesto. Cerchiamo quella che fa al caso nostro: ora possiamo decidere se cliccare su Verifica Fattibilità ed inserire gli altri dati richiesti oppure cliccare su Parla con un Esperto.

Nel caso scegliessimo la verifica di fattibilità dovremmo aggiungere altre informazioni e poi verremo messi in contatto con la banca direttamente via email per fissare un appuntamento nella filiale più vicina.

Qualora invece scegliessimo di parlare con un esperto Mutui.it, basta compilare il form con il telefono e saremo ricontattati gratis da un consulente al quale possiamo spiegare a voce problemi e necessità.