Quotazione Unicredit oggi in tempo reale

quotazione unicredit

 

UniCredit SpA è una holding che si occupa della fornitura di servizi bancari commerciali ed è una delle principali azioni scambiate al FTSE Mib della Borsa di Milano.

Unicredit è una società per azioni, tra i primi gruppi di credito in Italia e in Europa ha sede a Milano e al momento conta più di 25 milioni di clienti operando in ben 18 paesi in tutto il mondo. Unicredit lavora principalmente sul mercato italiano, dopo di questo tra i principali troviamo quello austriaco, tedesco e dell’Europa dell’Est.




Storia ed evoluzione di Unicredit

Il gruppo presenta una quota di mercato pari all’11,1% e questo la pone al secondo posto tra i gruppi bancari italiani. La società è quotata nella Borsa di Milano e nell’indice FTSE MIB.

Unicredit opera attraverso i seguenti segmenti: Commercial Banking Italia, Commercial Banking Germania, Commercial Banking Austria, Divisione Europa Centro Orientale (CEE), Corporate & Investment Banking (CIB), Asset Gathering, Non core e Governance e Group Corporate Center.

Unicredito Italiano nasce nel 1998 dalla fusione del Credito Italiano, Credito Romagnolo, Rolo Banca, Cassa di Risparmio di Modena, Banca del Monte di Ravenna, Banca del Monte di Bologna) e Unicredito che invece era formata da: Cassa di Risparmio di Vicenza, di Belluno, Ancona e Verona. Infine, ingloba anche la Cassa di Risparmio di Torino e Cassamarca.

L’anno successivo alla prima fusione, entrano nel gruppo anche la Cassa di Risparmio di Trieste e la Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto. Infine, un’ulteriore fusione nel 2002 tra sette banche che entrano a far parte del progetto S3 in Unicredito Italiano porta il gruppo successivamente a adottare il nome e il marchio Unicredit.

quotazione unicredit

Guardando alla storia più recente, Unicredit il 23 gennaio del 2017 vede le sue azioni raggruppate in rapporto 10 a 1, dopo di ché il 6 febbraio è partito un aumento di capitale da circa 13 miliardi di euro. Questo ha portato a offrire le nuove azioni a 8,08 euro con uno sconto sul Terp pari al 38%. Inoltre, vengono offerte altre 13 azioni ordinarie di nuova emissione, quest’offerta avviene alla Borsa di Milano, Varsavia e Francoforte.

Durante l’assemblea straordinaria, il 4 dicembre del 2017 viene eliminato il veto del 5% e il Consiglio di Amministrazione ottiene così la facoltà di presentare delle liste di candidati alla carica di amministratore, inoltre le azioni di risparmio subiscono la conversione obbligatoria in azioni ordinarie. Invece, la sede sociale della banca viene trasferita da Roma a Milano.

Unicredit, il 29 gennaio del 2018 lancia sul mercato buddybank. Questa è la prima banca completamente online disegnata appositamente per iPhone. Buddybank si basa su un funzionamento conversazionale unico nel suo genere. Il 12 marzo si procede con la conversione obbligatoria di ben 252.489 azioni di risparmio. Il rapporto di conversione è stato pari a 3,82 azioni ordinarie nuovamente emesse con un conguaglio pari ad un valore di 27,25 euro.

Principali azionisti e partecipazioni azionarie di Unicredit

Il capitale sociale versato e sottoscritto da Unicredit il 12 marzo del 2018 è stato di Euro 20.940.398.466.81 euro questo è suddiviso in 2.230.176.665 azioni che sono prive di valore nominale, dopo questa data è avvenuta anche la conversione obbligatoria delle 252,489 azioni di risparmio in ordinarie.

Il principale azionista di Unicredit al momento è Aabar Luxembourg S.A.R.L.

La situazione aggiornata in base alle comunicazioni della banca prevede tra le principali partecipazioni azionarie sono: Banca Italia, Risanamento, Gabetti Property Solution, Mediobanca e CAI Compagnia Aerea Italiana.

Valore delle azioni e Unicredit

Il valore massimo delle azioni Unicredit è stato pari a 650,50 euro il 26 Aprile del 2007. Il valore minimo si è visto per la prima volta il 7 febbraio del 2017 con un prezzo di 12,020 euro ad azione. In 10 anni la perdita del valore è stata pari al 98,15%. Il valore delle azioni oggi invece è pari a 10,54 euro.




Analisi Tecnica Azioni Unicredit

La situazione sul medio periodo di Unicredit si presenta con una tendenza principalmente ribassista. Se si esamina il grafico durante il breve periodo, si nota che anche in questo caso la fase ribassista continua ad estendersi e protrarsi almeno per il momento.

In ogni caso, ci sono anche alcuni spunti rialzisti che puntano verso l’alto della curva e che fanno pensare in un futuro miglioramento e l’andamento verso un nuovo target stimato verso il valore di 10,91 euro ad azione.

Dal punto di vista dei volumi giornalieri questi al momento sono pari a 9.299,781, questi però sono inferiori alla media dei volumi fissati ad un mese che dovrebbe essere pari a 16.245.399. Lo scostamento tra i prezzi del titolo al momento è poco ampio mentre la volatilità giornaliera si presenta con un valore di 1,928.

Quotazione Unicredit Oggi

Attraverso il nostro grafico puoi seguire l’andamento in tempo reale della Quotazione delle azioni di Unicredit.

Il segmento Commercial Banking Italy di Unicredit è costituito da una rete commerciale, fatta eccezione per i clienti di CIB, leasing e factoring. Il segmento Commercial Banking Germany fornisce a tutti i clienti tedeschi, ad eccezione dei clienti CIB, una gamma completa di prodotti e servizi bancari. Il segmento Commercial Banking Austria offre a tutti i clienti austriaci, ad eccezione dei clienti CIB, una gamma completa di prodotti e servizi bancari.

Il segmento della Divisione CEE di Unicredit fornisce servizi bancari finanziari internazionali. Il segmento CIB offre finanza strutturata, mercati dei capitali e prodotti di investimento; e corporate banking, transazioni, servizi finanziari e di consulenza a clienti corporate e multinazionali. Il segmento Asset Gathering è una divisione specializzata nella gestione patrimoniale attraverso il canale diretto e la rete di promotori finanziari, focalizzata principalmente sul segmento dei clienti retail.

Il segmento Non core include le attività selezionate di Commercial Banking In Italia da gestire con un approccio di mitigazione del rischio e alcuni veicoli speciali per le operazioni di cartolarizzazione. Il segmento Governance & Group Corporate Center comprende servizi bancari globali, funzione globale del centro corporate, rettifiche intersettoriali e rettifiche di consolidamento non attribuibili ai singoli segmenti.