Quotazione Ferrari oggi in tempo reale

quotazione ferrari

Le azioni della Ferrari sono quotati in tre mercati differenti, sempre con il ticker RACE: all’FTSE Mib di Milano, al NYSE di New York e alla Borsa di Zurigo (SMI).




Quotazione Ferrari al FTSE Mib

Il grafico a candele giapponesi qui sopra si riferisce alla quotazione Ferrari alla Borsa di Milano in tempo reale.

Azioni Ferrari

La Ferrari è una società per azioni conosciuta in tutto il mondo per il suo marchio legato al mondo delle automobili di lusso e per le sue vetture sportive che partecipano a competizioni a livello mondiale come la Formula Uno. Il marchio ha molto successo nel campo dell’automobilismo sportivo, infatti solo nella Formula 1 ha conquistato ben 15 titoli, 12 titoli per l’Endurance FIA, ed è una delle società cha ha vinto di più nel settore Sport, Sport Prototipo, Prototipo e Gran Turismo.

A partire dal 21 luglio del 2018, il CEO dell’azienda è Louis Carey Camilleri mentre John Elkann ha mantenuto la sua presidenza. Al momento, la società per azioni della Ferrare è quotata sia al NYSE (New York Stock Exchange) sia alla borsa di Milano e nell’indice FTSE MIB.

Quotazione Ferrari e storia del gruppo

Ferrari è un marchio fondato da Enzo Ferrari a Modena nel 1929. All’inizio della sua fondazione la Scuderia Ferrari ricoprì un ruolo di filiale che era in agonismo con Alfa Romeo, a partire dal 1933 venne aperto il reparto corse e si occupò della progettazione e della gestione di automobili per la competizione.

Nel 1969 il gruppo Ferrari entrò a far parte di Fiat, mantenendo comunque una sua identità distinta dalla produzione delle automobili appartenenti alla casa automobilistica torinese. Nel 1988 il pacchetto azionario divenne del 90% della Fiat, mentre la restante parte venne ereditata dal figlio del fondatore Piero Ferrari.

Nel 1991, a capo dell’azienda come Amministratore delegato venne nominato Luca Cordero di Montezemolo, inizialmente presidente sportivo della Scuderia Ferrari, dopo di ché venne sostituito da Amedeo Felisa durante il 2006.

Nel 2006, una parte delle azioni, specificatamente il 5% sono stati acquisiti dalla Mubadala la società finanziaria degli Emirati Arabi Uniti nella capitale di Abu Dhabi. Questo investitore estero ha promosso la costruzione del Ferrari World, uno dei più grandi parchi a tema del mondo. Questo 5% successivamente è stato riacquistato dal gruppo Fiat durante il 2010.

A Maggio del 2013, Ferrari è stata incorporata all’interno della società Fiat Chrysler Automobiles, nel 2016 però viene scorporata e il gruppo prende le distanze dal gruppo Fiat entrando a far parte del gruppo Exor, e quotandosi nuovamente in borsa sia al NYSE sia alla Borsa di Milano.

Il 4 gennaio del 2016 dopo la scorporazione da Fiat Chrysler Automobilies, il marchio viene quotato nella Borsa Italiana con un prezzo iniziale di 43,44 euro ad azione e con una capitalizzazione pari a 8.709.204.596, con Exor come maggiore azionista. Il 9 marzo del 2016, la società ha emesso inoltre, il suo primo prestito di tipo obbligazionario, questo ha raccolto degli ordini superiori pari a 6 volte l’offerta. Il totale raccolto con il prestito obbligazionario è stato di 2,7 miliardi di euro. L’obbligazione ha una scadenza posta per il 23 marzo 2023, con una cedola fissa annuale dell’1,5% e un rendimento dell’1,656%.

Valore delle azioni Ferrari

Il valore delle azioni Ferrari alla Borsa di Milano, nell’indice FTSE Mib è pari a 98,74 euro. Il valore delle azioni Ferrari al NYSE (Borsa di New York) il prezzo ad azione è pari a 111,99 dollari. Le contrattazioni delle azioni Ferrari avvengono al momento dell’apertura della Borsa di Milano e della Borsa di New York.

Principali azionisti di Ferrari

Ferrari presenta diversi azionisti, ognuno di questi ha una percentuale di diritto di voto in base al numero di azioni possedute.

Gli azionisti principali del gruppo Ferrari sono:

  • Exor N.V 32,7%
  • Pietro Ferrari 15,4%
  • Flottante 51,2%

Exor e Pietro Ferrari hanno inoltre un contratto parasociale che gli permette così di controllare ben il 48,1% dei voti.

Analisi Tecnica Azioni Ferrari

Ferrari è un titolo che dall’inizio dell’anno presenta dei movimenti vivaci con sessioni nella borsa italiana che hanno raggiunto quasi i 99,7 euro in apertura del titolo, raggiungendo durante le prime settimane del mese di gennaio un valore di circa 100,5 euro. Al momento il valore delle azioni di Ferrari alla borsa di Milano è di circa 98,74 euro.

Il trend delle azioni Ferrari a livello comparativo presenta un andamento marcato rispetto alla sua tradizionale trendline del FTSE MIB. Questo ha dimostrato una propensione degli investitori per l’acquisto delle azioni di Ferrari. Dal punto di vista tecnico, lo status di Ferrari nel breve periodo presenta delle performance al quanto positive della curva, con un’area di resistenza che si ferma a 101,2.

Al momento, c’è un rischio eventuale per la correzione fino a un target price al di sotto dei 98 euro. Le attese però sperano in un futuro trend rialzista che potrà portare il titolo in un’area di resistenza che super i 103,00 euro.

La quotazione Ferrari comunque è caratterizzata da una stabilità del trend, questo è evidenziato principalmente dal suo indice di volatilità giornaliero che al momento è di 1,951, con volumi giornalieri che restano abbastanza bassi.